La volata che ti aiuta

Scritto da paolo.orange il . Pubblicato in Armi e Tecnologia

1 1 1 1 1 Valutazione 4.40 (45 Voti)

La Volata che ti AiutaDopo aver parlato nelle nota “Il FreeBore di Cartuccia” su come il Gunner può controllare i primi millisecondi di vita del proiettile, vediamo che possibilità ci sono per controllare un’altro momento fondamentale della breve vita di un proiettile: l’uscita dalla volata.

In questo momento il proiettile è appena uscito dalla canna, diciamo ad un paio di millimetri dalla volata. E’ in volo alla Vo e i gas di combustione, non più contenuti dalla canna, iniziano a sfogare radialmente alle sue spalle. Questi gas sono ancora MOLTO energetici e , secondo i Testi Sacri, si espandono a circa 5 volte la velocità del proiettile. In queste condizione, se la loro espansione dietro la coda del proiettile non è perfettamente omogenea sui 360°, c’è la possibilità che riescano a ruotare il proiettile quanto basta a farne decadere la precisione.

Per motivi che ignoro si ritiene che un volata tagliata a 11° e perfettamente centrata con la canna sia il miglior metodo per non disturbare i primi centimetri di volo del proiettile fuori dalla canna. La realizzazione casalinga di questo importante dettaglio è facile e alla portata di tutti con un minimo di attenzione e di precisione.

Il primo passo è procurarsi da Brownells una fresa ad 11° (SN 080-586-500), la relativa spina di guida (brass pilot) del calibro opportuno e se volete la manopola girafresa. L’uso dell’attrezzo è semplicissimo: la spina inserita cella canna guida la fresa durante il taglio della volata. Finito!

Fresa Brownells Fresa Brownells Fresa Brownells
 La Fresa Brownells  Uso della Fresa  Comparatore di Coassialità

Quello che non è immediato è che il pilota e la fresa devono essere super ultra coassiali altrimenti il lavoro diventa inutile o quanto meno non soddisfacente. Il sistema migliore per assemblare l’attrezzo è ricorrere al comparatore di coassialità della cartuccia e intervenire con piccoli colpetti sul pilota finchè il comparatore va a zero. Ci vuole pazienza ma il risultato premierà gli sforzi e lo strumento di taglio sarà perfetto.

A questo punto la miglior tecnica (secondo me) per fresare la volata è:

Estraete l’attrezzo frequentemente e rimuovete i trucioli. Controllate di nuovo in caso di dubbio l’assialità pilota/fresa. Continuate il taglio fino a che tutta la volata è stata lavorata.

Lavorazione della Canna Fresa Brownells Sporcizia sulla volata
 La volata in fase di lavorazione  La fresa  Il disegno dei gas sulla volata

Nota meccanica: alcuni produttori praticano (giustamente) tra il piano di volata e la foratura della canna un’ulteriore smusso miscroscopico con una fresa più acuta.

Per una realizzazione domestica sconsiglio questa pratica perchè può vanificare gli sforzi fin qui fatti. Il mio suggerimento è di lasciare che i gas erodano “naturalmente” lo spigolo vivo tra piano di volata e foratura della canna. La presenza di un bel disegno simmetrico è indice nel tempo del buon stato di salute della volata.

Schema Lavorazioni

 

 

Tags: DIY

Stampa